Controllo fumi caldaia a Torino con prezzi da 80 euro

Controllo fumi caldaia a Torino

Affidati ai tecnici Custom Sales per il controllo fumi della caldaia a Torino e provincia: i nostri professionisti qualificati sono a tua disposizione da soli 80 euro per questo importante intervento di manutenzione.

Il controllo fumi della caldaia in Piemonte, così come nel resto d’Italia, fa parte dei controlli obbligatori per legge, in quanto consente di mantenere l’efficienza energetica della caldaia e dell’intero impianto di riscaldamento. Proprio per questo motivo, la mancata esecuzione della prova fumi della caldaia entro i tempi previsti dalle normative vigenti, ti espone a pesanti sanzioni pecuniarie, oltre ai rischi per la sicurezza ed a maggiori consumi di gas.

Se ti stai chiedendo ogni quanto va eseguita l’analisi fumi della caldaia, oppure sai già che è tempo di effettuarla, contattaci ora per informazioni e prenota l’intervento dei nostri tecnici professionisti.

Sommario

Qual è il costo del controllo fumi della caldaia a Torino?

Il controllo fumi è un’operazione più complessa rispetto alla manutenzione ordinaria della caldaia, dove solitamente il tecnico si limita alla pulizia dei componenti più soggetti all’accumulo di impurità, come il bruciatore e lo scambiatore, e ad alcune prove relative all’erogazione di acqua calda per il riscaldamento e di tipo sanitario.

Spesso, quindi, il costo del controllo fumi della caldaia è superiore a quello per il check-up ordinario, anche perché i tecnici abilitati hanno la responsabilità di effettuare tutte le analisi necessarie per rilasciare i Bollini Verdi e i Bollini Blu che attestano l’esecuzione delle verifiche secondo le normative vigenti.

Con Custom Sales puoi risparmiare sul controllo fumi della caldaia, sia se hai sottoscritto un contratto di manutenzione con noi, sia in caso di intervento a chiamata, grazie ai prezzi bassi e alla promozione in corso.

Tipo di interventoCosto controllo fumi caldaia
Prova fumi per i clienti con abbonamento di manutenzione ordinaria80 euro
Prova fumi caldaia a chiamata80 euro – In promozione

Contattaci ora per prenotare la prova fumi sulla tua caldaia e per non perdere le offerte del momento!

Ogni quanto va eseguito il controllo dei fumi?

Abbiamo detto che il controllo fumi della caldaia è obbligatorio anche a Torino e provincia, in quanto si tratta di un tipo di manutenzione caldaia regolamentato dalle leggi italiane (dal D.P.R. 74/2013) che, a loro volta, recepiscono specifiche direttive europee in tema di efficienza energetica (Direttiva Europea 2010/31/UE).

Oltre all’obbligatorietà, anche la periodicità della prova fumi è quindi stabilita dalla legge e non è uguale per tutti: la scadenza varia in funzione della potenza della caldaia e del combustibile utilizzato per alimentarla (metano, GPL, gasolio, pellet, carbone, ecc.). In genere, le scadenza del controllo fumi è annuale, biennale o quadriennale.

In questa tabella trovi uno specchietto riepilogativo con le scadenze del controllo fumi:

Tipo di caldaiaControllo fumi caldaia
Caldaia a Gas metano o GPL da 10KW a 100KWOgni 4 anni
Caldaia a Gas metano o GPL oltre 100KWOgni 2 anni
Caldaia a pellet o altri combustibili solidi – da 10KW a 100KWOgni 2 anni
Caldaia a pellet o altri combustibili solidi – oltre 100KWOgni anno
Caldaia a gasolio o altri combustibili liquidi – da 10KW a 100KWOgni 2 anni
Caldaia a gasolio o altri combustibili liquidi – oltre 100KWOgni anno

Prenota ora la prova fumi per la tua caldaia o scrivici per maggiori informazioni!

Perché conviene effettuare la prova fumi della caldaia

Il controllo dei fumi della caldaia è obbligatorio per legge e da ciò ne deriva che, in caso di mancata verifica, sono previste multe dai 50 ai 3000 euro. Alla sanzione amministrativa per aver saltato la prova fumi nei tempi stabiliti dalla legge, inoltre, si possono aggiungere ulteriori multe per eventuali problemi dell’impianto o per altri controlli saltati.

Al di là delle multe però, ad incentivarti dovrebbe essere la ricerca della sicurezza per la tua casa o il tuo ufficio, oltre al rispetto dell’ambiente: i fumi della caldaia sono nocivi, soprattutto se la combustione interna non funziona a dovere a livello del bruciatore. Attraverso il tubo di scarico fumi della caldaia vengono infatti sprigionate all’esterno sostanze come il monossido di carbonio (CO) e il nerofumo, quest’ultimo in caso di caldaie alimentate a gasolio o con altri combustibili solidi o liquidi.

Controllo Fumi Caldaia a Torino

Il vantaggio di scegliere i professionisti

Affidarsi ai tecnici professionisti, dotati di appositi kit fumi con analizzatore di gas di combustione, anche a Torino e in tutta la provincia significa ottenere i seguenti vantaggi:

  • più sicurezza per le persone e le cose;
  • ambienti confortevoli grazie alla temperatura ideale;
  • minori consumi di combustibile e quindi bollette più basse;
  • rispetto per l’ambiente con il contenimento delle emissioni;
  • meno guasti e maggiore durata nel tempo della caldaia;
  • impianto di riscaldamento a norma e quindi un valore superiore per la casa o l’ufficio.

Il bollino caldaia e il suo significato

Quando si parla di controlli obbligatori delle caldaie spesso si finisce con il citare il Bollino Blu o il Bollino Verde, ma di cosa si tratta esattamente? Il bollino caldaia, al di là del colore specifico, è un adesivo che attesta l’esito positivo dei controlli effettuati dai tecnici abilitati.

I bollini possono quindi essere rilasciati perché l’analisi dei fumi della caldaia non ha riscontrato valori oltre la norma, oppure a seguito della risoluzione di eventuali problematiche da parte del tecnico. Quando l’analisi dei fumi rientra nella norma, il tecnico può quindi consegnare i bollini da appore sul rapporto tecnico da allegare al Libretto d’impianto.

Tutti i bollini hanno un costo che le ditte possono accorpare a quello complessivo degli interventi di manutenzione, specie se con un contratto di abbonamento, oppure tenere separato.

Come funzionano i colori dei bollini?

Chi si occupa della manutenzione e del controllo fumi della caldaia a Torino deve farsi trovare in regola con il Bollino Blu, in quanto si tratta della tipologia specifica per i comuni oltre i 40.000 abitanti.

Se la competenza sul Bollino Blu è dei comuni, per il Bollino Verde è delle Regioni o delle province/città metropolitane: è obbligatorio nei comuni fino a 40mila abitanti e va rinnovato ogni biennio per gli impianti con caldaia a metano o GPL fino a 35 kW ed ogni anno per quelli superiori ai 35 kW e sino ai 350 kW.

Chi ha la responsabilità del controllo fumi

La persona che si deve occupare del controllo fumi a Torino e provincia, verificando che i controlli vengano effettuati nei tempi previsti dalla legge, è il responsabile dell’impianto termico. Questo compito spetta solitamente al proprietario dell’impianto che può essere:

  • lo stesso proprietario dell’edificio;
  • l’inquilino con contratto di locazione;
  • l’amministratore del condominio se è un impianto centralizzato;
  • l’amministratore in caso di aziende;
  • un tecnico con delega.

Fumi e manutenzione: a Torino meglio con l’abbonamento

Se i mille impegni e la vita frenetica del capoluogo piemontese ti riservano già troppe cose da tenere a mente, ricordare le scadenze del controllo fumi o della manutenzione ordinaria alla caldaia può passare in secondo piano.

Sono già numerosi i clienti di Torino e provincia che hanno quindi deciso di abbinare la comodità al risparmio affidandosi al contratto manutenzione caldaia di Custom Sales: saranno i nostri tecnici qualificati a programmare le scadenze per il tuo impianto, con costi di intervento inferiori rispetto alle singole chiamate.

Controllo fumi caldaia in provincia di Torino

I tecnici Custom Sales sono a tua disposizione per il controllo fumi caldaia e la manutenzione a Torino città e nelle varie località della provincia torinese. Contattaci ora per maggiori informazioni e prenota il tuo intervento se vivi in una delle seguenti città:

  • Moncalieri
  • Collegno
  • Rivoli
  • Settimo Torinese
  • Nichelino
  • Grugliasco
  • Chieri
  • Pinerolo
  • Venaria Reale
  • Carmagnola
  • Chivasso
  • Orbassano
  • Ivrea
  • Rivalta di Torino
  • San Mauro Torinese
  • Ciriè
  • Piossasco
  • Beinasco
  • Altre città in provincia di Torino